Atc Castelluzzo

Riserva dello Zingaro, 7 chilometri tra cielo e mare

Riserva dello Zingaro, 7 chilometri tra cielo e mare

Riserva dello Zingaro, 7 chilometri tra cielo e mare

Una passeggiata lungo i sentieri della Riserva Naturale dello Zingaro, avvolti dai profumi del rosmarino e sorpresi  dai colori delle orchidee, in primavera è un’esperienza unica.  Basta qualche raggio di sole per  scaldare l’aria e voilà ci si ritrova in acqua per un inevitabile  bagno fuori programma. 

La Riserva dello Zingaro si estende per  7 Km, tra San Vito Lo Capo e Castellammare del Golfo.  Nata nel lontano 1987 oggi è considerata una delle più affascinati  Riserve della Sicilia, per la ricchezza delle specie animali presenti e per la grande varietà di splendide piante endemiche.

Un mare trasparente, a tratti blu cobalto,  un paesaggio  naturale che avvolge  i visitatori con i suoi colori  ed emoziona  al primo sguardo.
La macchia mediterranea è attraversata da tre livelli di sentieri, il primo, più semplice segue la costa e raggiunge le 7 calette, il secondo attraversa il paesaggio a mezza costa e passa davanti alla Grotta dell’Uzzo, mentre  il terzo sentiero, adatto ai più esperti,  raggiunge la parte alta della montagna (sono consigliate le scarpe da trekking)  dove si trova un piccolo nucleo di case, il Borgo Cusenza,  avvolto in una atmosfera magica.

Tutti i sentieri sono rigorosamente vista mare e  tutti sono assolutamente mitici.

Percorrere tutta la Riserva è una bella avventura,  specialmente in primavera, naturalmente considerando che bisogna poi fare la strada di ritorno.  Vi suggeriamo di percorrere prima il sentiero di mezza costa e poi fare il ritorno seguendo quello basso, più leggero.

La costa è punteggiata, qua e là, da antiche costruzioni,  che dimostrano come qui l’uomo e la natura  abbiano sempre avuto un’ottima  intesa. D'altronde gli insediamenti preistorici della Grotta dell’Uzzo ne sono una bellissima ed interessante testimonianza.

La Riserva si trova a circa 20 km da Castelluzzo. Guarda la Mappa.