Atc castelluzzo

Paesaggi indimenticabili...

Paesaggi indimenticabili...

Paesaggi indimenticabili...

La Sicilia non è solo un luogo ricco di storia ma anche uno straordinario scrigno pieno di bellezze naturali.
Vi si trovano 4 Parchi regionali, 77 Riserve naturali e 6 aree marine protette. Alcuni di questi luoghi preziosi sono proprio nella parte occidentale dell’isola.

Castelluzzo ha la fortuna di trovarsi in mezzo a due di queste belle oasi naturali: la Riserva di Monte Cofano istituita nel  1997 e la Riserva dello Zingaro, la prima nata in Sicilia nel 1981.
Ma ha anche la fortuna di essere circondata da panorami unici che meritano di essere protetti per la loro incontaminata bellezza.

Paesaggi  indimenticabili

Il golfo di Macari con vista su Monte Cofano lascia tutti senza fiato, al loro arrivo, il suo Belvedere è una tappa inevitabile.

Sarà il colore del mare o l’armonia del paesaggio che  mescola insieme il blu profondo al verde delle grandi distese di ulivi e mandorli o l’assenza di urbanizzazione sulla costa  … certo è, che con le sue lunghe spiagge e le numerose calette di ciottoli, questo spicchio di Sicilia offre la possibilità di vivere in relax il mare anche in alta stagione.

 

Passeggiare, anche in autunno, sui suoi sentieri che profumano di mare è una vera fonte di benessere per chi vuole entrare in contatto con la natura.


 Chi vuole  scoprire la bellezza dei panorami sul mare potrà scegliere un punto di vista privilegiato … il Borgo medievale di Erice, posto sulla vetta del Monte omonimo. Un vero balcone sul Mediterraneo da cui si può ammirare quasi tutto il territorio trapanese.

Se ci si trova nei giardini del Balio, dal lato ovest  vedrete lo spettacolo delle isole Egadi e  le saline a perdita d’occhio e naturalmente Trapani con la sua forma di falce, mentre sul lato nord, l’occhio spazierà fino alla piana di San Vito Lo Capo, posandosi  sul Golfo di Bonagia e sul promontorio di Cofano. Ma anche la campagna circostante, visibile sul lato sud,  procura mille emozioni con i suoi colori solari in estate e forti in inverno. 

 

 In questo estremo lembo di terra siciliana baciato dal sole e dal vento, i Fenici crearono una delle città più ricche del Mediterraneo, Mozia, e  svilupparono un sistema di vasche comunicanti, tra di loro e con il mare, ancora oggi funzionanti: le saline.

Il paesaggio lungo la costa che va da Trapani a Marsala è uno dei luoghi più affascinati della Sicilia, grazie alla loro presenza, una distesa di specchi d’acqua che riflettono  l’azzurro del cielo e si colorano di rosso al tramonto.

Nella Riserva dello Stagnone e nelle Saline di Trapani e Paceco, da più di duemila anni,  coesistono perfettamente la natura e il lavoro del salinaio, il silenzio è rotto solo dal vento o dal suono degli uccelli che  qua e là vi sostano indisturbati.. Il sale, infatti, viene ancora oggi raccolto a mano dall’uomo.  

Proponiamo un ultimo scorcio particolarmente suggestivo, la vista dall’alto di Castellammare del Golfo

Il Belvedere si raggiunge facilmente prendendo la statale 187, che da San Vito Lo Capo porta all’autostrada per Palermo. 
Un suggestivo intreccio urbano interrotto, qua e là, da campanili e cupole di antiche chiese, attraversato da scalinate che si tuffano nel piccolo porto e un imponente Castello sul mare, il tutto incastonato nel Golfo più grande e più affascinate della Sicilia.

 

 

Altre esperienze di viaggio

Paesaggi indimenticabili...

Paesaggi indimenticabili...

Castelluzzo ha la fortuna di trovarsi in mezzo a due belle o …

Il prossimo anno torno ancora

Il prossimo anno torno ancora

Mi sembrava carina l’idea di fare un tuffo ai piedi di una …

Che risate ci siamo fatti

Che risate ci siamo fatti

Sono trapanese, quindi in teoria dovrei conoscere bene la zo …

Ti consigliamo di leggere …

Voglia di staccare la spina?

Scegli Castelluzzo, per una pausa tra mare e macchia mediterranea.